Panorami Mozzafiato

5 imperdibili panorami mozzafiato della Finlandia

Chi ha detto che i paesaggi belli, in Europa, li trovi solamente in Italia, Spagna, Francia e Grecia? Al contrario, anche il Nord Europa ha alcuni suoi cavalli di battaglia. In particolare, la Finlandia stessa è un po’ oscurata dai fiordi norvegesi, dai vulcani d’Islanda, o dall’incontro di Baltico e Atlantico a Skagen, in Danimarca. Per cui, eccoci qui in vostro aiuto per suggerirvi una nuova idea di viaggio nella “Scandinavia acquisita” (vedi qui che cosa si intende), visitando i panorami mozzafiato della Finlandia.

Per secoli colonia svedese, poi russa, la Finlandia non ha un patrimonio architettonico paragonabile alle vicine Svezia e Danimarca. In Finlandia, prima della conquista scandinava, non c’erano nemmeno i Vichinghi, ma popolazioni finniche la cui religione – per certi aspetti presente ancora – era legata soprattutto ai fenomeni della natura, e per questo, oltre che per mancate conoscenze e risorse, non erano inclini alla costruzione di edifici.

Ma questo ha anche un lato positivo: il rispetto per la natura degli antichi, e la scarsa considerazione dei colonizzatori verso la Finlandia, ha lasciato il Paese ricco di natura incontaminata. Del resto, la Finlandia è un paese scarsamente popolato, e quindi una di quelle rare regioni del mondo dove ci sono vastissime lande prive di qualsiasi insediamento urbano. Vediamo alcuni dei migliori panorami che potete trovare nella splendida terra finnica.

Altre idee: Visit Finland

Koli e il lago Pielinen

Partiamo dal paesaggio più famoso, Koli, che si trova nella Carelia del nord. Il paesaggio è davvero mistico e pittoresco, e tra l’altro presenta alternati i colori della bandiera finlandese: il lago Pielinen, infatti, è blu in primavera ed estate, mentre d’inverno si ghiaccia diventando completamente bianco (e i colori della bandiera finlandese indicano proprio questi due stadi dell’acqua). Il lago, molto vasto (anche se non il più vasto del Paese) è costituito da tantissime isole boschive, e si trova all’ombra del monte Ukko-Koli, visibile sullo sfondo.

A completare la cornice, le colline piene di abeti a forma di candela. Koli è diventato famoso grazie agli artisti e agli amanti della natura – come il compositore Jean Sibelius, lo scrittore Juhani Aho o il pittore Eero Järnafelt – che da oltre un secolo hanno contribuito a rendere Koli uno dei simboli finlandesi.

Panorami mozzafiato: l’isola di Utö

Non c’è paese nordeuropeo senza arcipelago. Il baltico, infatti, è costernato di isole e isolotti divise tra Danimarca, Svezia e Finlandia. E tutti questi isolotti, spesso incontaminati e addirittura disabitati, offrono dei panorami mozzafiato incredibili. Nell’arcipelago finlandese spicca l’isola di Utö, l’isola abitata più meridionale della Finlandia. Curiosamente, per arrivarci dalla terraferma, ci vuole lo stesso tempo che dalla Finlandia serve per arrivare a New York: cinque ore, a fronte di distanze in km molto diverse.

Utö

Utö, in particolare, viene apprezzata in inverno, perché qui ci emigrano gli uccelli, ma si può ammirare anche in primavera o in autunno. È un’isola rocciosa di appena un chilometro quadrato e ben 50 abitanti, che vivono nell’isola tutto l’anno. Nel 2005, inoltre, le forze armate finlandesi hanno abbandonato l’isola, e le vecchie costruzioni militari sono state affidate ai locali e rese alloggi per i turisti.

Parco nazionale di Oulanka

Altri panorami mozzafiato sono garantiti dal paesaggio del Parco Nazionale di Oulanka, uno dei più celebri della Finlandia grazie alle sue rapide molto suggestive, tra le quali spiccano quelle di Kiutaköngäs (nel fiume che dà il nome al Parco), e quelle di Myllykoski e Jyrävä, entrambe appartenenti al fiume Kitka. Consiglio: se volete fotografarle, per avere effetti incredibili, allungate il tempo di esposizione.

Panorami Mozzafiato
Oulanka in inverno

Altro consiglio: veniteci d’inverno! Solo in questa stagione rimarrete estasiati dall’algida bellezza del paesaggio ricoperto da ghiaccio e neve.

 Panorami Mozzafiato: Villaggio di Saramo

Il primo paragrafo è dedicato a Koli e alle sue foreste della Carelia Settentrionale. Ma prima di arrivarci, è quasi d’obbligo una tappa al villaggio di Saramo. Prendetevela con calma: tra Kuusamo e i colli a Koli, fatevi una lunga camminata per arrivare a un altro parco nazionale, Hiidenportti, e poi volgete verso sud, in stradine di campagna fino ad arrivare a una grande radura, con ovviamente lago annesso.

Saramo

È il Villaggio di Saramo, che dona a qualsiasi ora del giorno dei panorami mozzafiato, anche se quello che è in grado di stupire di più è il tramonto. Impagabile, poi, la vista in autunno, che crea dei giochi di luci, di ombre, e di alternanza colori caldi e freddi irripetibile.

 Kilpisjärvi, nell’estremo nord

Concludiamo con un’altra destinazione molto popolare, che si trova nella Finlandia più settentrionale, al confine con Svezia e Norvegia. Molto vicino a questo punto, alto 1324 metri sul livello del mare, si trova il monte Halti, la vetta più alta di tutta la Finlandia, dietro al quale si trova un altro monte, il Saana.

Panorami Mozzafiato
Kilpisjärvi

Ma certo quello che spicca in questa zona è il lago Kilpisjärvi, con il suo caratteristico e unico colore blu brillante. Se avete la possibilità, per godervi uno dei panorami mozzafiato più incredibili del globo, cercate di fare un giro in elicottero, per ammirare il lago e il suo blu cristallino e quasi da film con color correction, dall’alto. Se poi siete accaniti di Instagram, non avete idea dei like che potete ottenere!

Altre storie
Leggende Scandinave
Leggende Scandinave sul Natale: tra spiriti e Babbi Natale crudeli