Malangen Retreat

Malangen Retreat: le calde casette di legno a Tromsø di Snorre Stinessen

Tromsø è una città molto particolare: prima di tutto, è la città con la comunità di italiani più popolosa della Norvegia. In secondo luogo, si trova nell’estremo nord del Paese, a oltre 1000 km da Oslo, la capitale (che invece è nella punta più meridionale). Terza cosa, viene chiamata la Capitale della Lapponia. Nessuno, a un primo sguardo, potrebbe pensare che esistano città, in pieno Polo Nord, molto popolose: eppure Tromsø supera gli 80.000 abitanti. Sicuramente, questo dato per molti aspetti incredibile si deve al rifacimento della città in tempi molto recenti, e a progetti come Malangen Retreat, un complesso residenziale privato molto particolare realizzato dallo studio di architettura norvegese Snorre Stinessen Architecture.

La filosofia architettonica di Stinessen

Se non lo conoscete, Stinessen è uno degli studi di architettura più importanti della Norvegia, suo Paese d’origine e dove opera maggiormente (anche se comunque ha operato anche in Svezia e altri paesi). Il suo core è l’edilizia privata; oltre Malangen Retreat, sono diverse le abitazioni che ha realizzato, sia su commissione (come questo, voluto da una famiglia con bambini piccoli) che per complessi e tutti caratterizzati dalla presa di coscienza che l’individuo è al primo posto, e gli va creato l’ambiente perfetto per integrarsi con l’ambiente.

Malangen Retreat

Ecco perché Stinessen Architecture non si occupa solo di disegnare delle case, ma di completarle e dotarle di ogni servizio di ultima generazione e di tecnologia, ovviamente personalizzate secondo le necessità e i desideri di ogni cliente.

Malangen Retreat: un rifugio privato per la famiglia

La stessa filosofia riguarda anche Malangen Retreat che, come dice il nome, è un rifugio privato per la famiglia. Un complesso di “cubotti” irregolare di legno, tutti caratterizzati per affacciarsi sul fiordi di Tromsø e per avere una grande luminosità grazie all’enorme finestrone dove è possibile leggere, rilassare gli occhi, passare ottimi momenti in compagnia.

Per la realizzazione di questo progetto – che ha ricevuto numerosi e importantissimi premi – Stinessen siè ispirato proprio dal paesaggio su cio ha deciso di affacciare le casette di legno, o cabine di alloggio, così semplici in apparenza, eppure così ricercate e complesse. Oltre al fiordo, prendono ispirazione dalla folta foresta lì vicino, e il risultato è un ambiente perfettamente integrato nella natura, silenzioso, ideale per godersi il sole di mezzanotte (o non goderselo, visto che le camere possono naturalmente essere completamente rabbuiate) o l’aurora boreale d’inverso.

Malangen Retreat

Le casette di Malangen Retreat sono rivestite in pannelli di cedro che hanno avuto un trattamento con solfato di ferro: in questo modo, Stinessen ha potuto sfruttare la naturale caratteristica termoisolante del legno rendendolo anche molto resistente e soprattutto ignifugo. Se dovesse scoppiare un incendio, infatti, le case ci impiegherebbero il doppio del tempo, rispetto a una casa tradizionale, a carburare, proprio perché il legno trattato è molto difficile da bruciare e non rappresenta un terreno fertile per il fuoco.

Stupendi, naturalmente, anche gli interni delle case, i quali sono l’opposto dell’esterno. Se gli esterni sono semplici, nati per non disturbare troppo l’ambiente circostante, l’arredo scelto è un trionfo di modernità, senza però esagerare e in modo che tutto sia armonico a livello cromatico e visivo. C’è una continua alternanza tra elementi opachi e lucidi, elementi grigio scuro a contrasto con il colore castano naturale del legno, che ricopre alcune pareti, e ovviamente il soffitto. Tanti anche gli elementi in acciaio, come la cucina, che danno all’ambiente interno un aspetto a metà tra lo stile industrial e lo stile rustico tipico di montagna. Bella anche la presenza dei caminetti, e in alcuni casi di muri con cemento a vista, non dipinti.

Malangen Retreat

Ogni casa è collegata da piccoli spazi all’aperto, nati per condividere momenti, per sedersi un po’ (d’estate) e respirare l’aria fresca e frizzante della Lapponia. Insomma, queste case rispettano in pieno la volontà di chi sceglie di andare e trasferirsi a Tromsø: lontananza da troppa mondanità e rumore, in favore di un ambiente più naturale, silenzioso e armonico.

Altre storie
Polestar Cars
Polestar Cars: le supercar Volvo attentissime all’ambiente