Æbleskiver

Come preparare le Æbleskiver, le frittelle danesi

Il periodo natalizio, in Scandinavia, è ufficialmente iniziato. In anni più normali – ma anche quest’anno – le città e i paesini di Danimarca, Norvegia e Svezia, e in generale di tutti i Paesi Nordici, cominciano a manifestare luci e tante decorazioni natalizie, nonché i mercatini. Proprio le bancarelle abbondano di dolcetti, tra cui molto apprezzati ci sono le Æbleskiver.

Si tratta di frittelle danesi, con un impasto molto simile agli altri pancake europei ma con una forma sferica e più soffici al centro. Inoltre, l’impasto contiene il succo di mela (“æble” in danese significa proprio “mela”), mentre le ricette più antiche vedono anche un pezzettino di mela al centro.

Le Æbleskiver accompagnate con il tipico Gløgg

Passeggiando per le strade danesi in questo periodo, e fino alla fine dell’anno, è possibile vedere tantissimi danesi camminare con una di queste frittelle sferiche in mano, insieme magari anche ai flødeboller e a un bicchierino di gløgg, il vin brulé danese, utile per riscaldarsi nel freddo e ventoso inverno della Danimarca. Alcuni le mangiano anche con il caffè, lungo e amaro come la tradizione insegna, o anche con il the. 

La preparazione è molto semplice, e servono pochi minuti sia per l’impasto che per la cottura. Unica cosa, serve una padella speciale, chiamata æbleskivepande, con degli appositi incavi che servono a dare la loro forma sferica. Alcuni esempi:

Gli ingredienti delle Æbleskiver 

  • 150 grammi di farina 00
  • 70 grammi di margarina
  • 2 uova
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 8 grammi di lievito
  • 250 ml di latte
  • 2 cucchiaini di succo di limone
  • 2 grammi di sale
  • 8 grammi di cardamomo

PER LA COTTURA:

  • 25 Grammi di margarina
  • Mosto o succo di mele (a gusto e piacimento).

PER DECORARE:

  • Zucchero a velo
  • Marmellata, del gusto che si preferisce

La preparazione

Come detto, la preparazione delle æbleskiver è molto semplice, e richiede pochi minuti. Mettete la farina, lo zucchero, il cardamomo in una terrina capiente. Aggiungete poi il latte a filo, non tutto ma poco alla volta, e mescolando celermente in modo da non formare i grumi. Aggiungete poi la margarina, le uova, il succo di limone e continuate a mescolare finché non ne esce un composto fluido.

Æbleskiver

Accendete il fuoco e scaldate la æbleskivepande, dopo averla unta con la margarina. Alcuni, nelle bancarelle danesi, bagnano la padella anche con del succo o mosto di mele, una cosa molto utile per avere delle frittelle aromatizzate.

Quando la padella è calda, mettete l’impatto negli incavi, in modo da riempirli a filo. Noterete che dopo circa 2 minuti si iniziano a rapprendere, e questo è il momento giusto per aggiungere dei pezzi di mela. 

Æbleskiver

Con uno stecchetto di legno, girate l’impasto sottosopra (lo stecchetto di legno serve per non scottarsi). Aspettate altri 2 o 3 minuti finché l’impasto non si rapprende, e poi togliete le æbleskiver dal gioco. Ripetete lo stesso procedimento finché l’impasto non è finito.

Æbleskiver
Una variante moderna della ricetta prevede di riempire gli Æbleskiver con la Nutella

Adesso, servite le frittelle danesi calde con dello zucchero a velo e accompagnandole con marmellata: i danesi vanno matti per quella di fragole, ma potete usare anche la marmellata di lamponi, di more, di ribes o di frutti di bosco in generale.

Æbleskiver

Se volete conservare le æbleskiver per un’altra occasione, non metteteci lo zucchero a velo. Comunque, conservateli in frigo per massimo un giorno e poi scaldateli in forno per qualche minuti: saranno buoni ancora come appena preparati!

Le ricette di NØGLEN:

Altre storie
Bandiere Scandinave
Le bandiere scandinave: origini, colori, significati di una regione molto unita