Musei di Oslo

6 musei di Oslo da visitare nel primo tour della città

Oslo è la Capitale della Norvegia. Come il Paese di cui è “Prima Città”, dopo un passato di sottomissione (prima alla Danimarca, quando si chiamava Christiania; e poi alla Norvegia) e di povertà, quando la Norvegia è diventata una delle Nazioni più ricche del mondo ha letteralmente cambiato vita. Da piccola cittadina provinciale, Oslo è oggi una delle città più grandi della Scandinavia. Ma, soprattutto, una delle più multietniche e artisticamente attive: per questo i musei di Oslo sono un’attrazione imperdibile.

Patria di Munch, di artisti contemporanei quotati in tutto il mondo, ma anche di grandi architetti e designer, Oslo non è una città fredda come il suo clima. Al contrario, visitare la Capitale norvegese permette di entrare in un ambiente vivace e accogliente, dove ogni cultura riesce a sentirsi a casa grazie alle tantissime varietà di persone che la vivono e che transitano giornalmente per le sue strade.

Abbiamo già visto i monumenti della città nella guida ufficiale a un primo tour nella Capitale, ora invece andiamo a vedere i 6 musei di Oslo assolutamente da non perdere se si va per la prima volta nella Capitale della Norvegia!

Musei di Oslo: Munchmuseet, il museo di Munch

Munchmuseet

Ingresso:
Adulti: 120 NOK
Studenti: 60 NOK
Under 18: Gratuito
Oslo Pass: Gratuito

È il museo dedicato al pittore norvegese Edvard Munch, esponente dell’Espressionismo di fine Ottocento, celebre per le sue opere come “L’Urlo” e “Il Bacio”.

Ospita il lascito dell’artista alla città di Oslo, la collezione conta più di 1100 dipinti e 3000 disegni.

Grünerløkka
Foto di @kaysgeog

Il museo si trova vicino al quartiere Grünerløkka che è proprio dove Edvard Munch è cresciuto e ha vissuto durante la sua adolescenza. Passeggiando si può avere un’idea di com’era la Oslo ai tempi dell’artista, infatti molti edifici e l’architettura sono ancora quelli dell’epoca.

Munchmuseet

Nella primavera del 2021 è prevista l’apertura del nuovo museo, situato vicino al Teatro dell’Opera di Oslo, con un’architettura moderna in linea con lo sviluppo della città degli ultimi anni.

Norsk Folkemuseum – Museo Folkoristico Norvegese

Norsk Folkemuseum
Foto di @rixasala
Ingresso:
Adulti: 160 NOK
Pensionati: 120 NOK
Under 18: 40 NOK
Oslo Pass: Gratuito

Si trova a Bygdoy, una penisola nella parte occidentale di Oslo, che ospita molte attrazioni e musei internazionali. Il Museo Folkoristico Norvegese è il primo che si incontra ed è un museo all’aperto

Nel Norsk Folkemuseum ci sono 155 case provenienti da diverse regioni della Norvegia, ma soprattutto da diverse epoche storiche, sia ha così la possibilità di immergersi completamente nella cultura popolare norvegese di ogni tempo.

Il museo contiene la collezione di Re Oscar II di Norvegia e Svezia, considerata il primo museo a cielo aperto del mondo. Dal 1901 fa parte del Norsk Folkemuseum, ma in realtà la collezione è stata fondata nel 1881 e in origine si trovava vicino alla residenza estiva dei sovrani, Bygdø Kongsgård.

Stavkirke
Stavkirke – Foto di @rixasala

Infatti la collezione fu creata per dimostrare quanto il Oscar II tenesse alla Norvegia e contiene 5 edifici storici del paese. Tra questi la più importante è la Stavkirke, chiesa del 1212 restaurata e originaria di Gol, che è diventata anche una delle attrazioni principali del Norsk Folkemuseum.

Durante l’estate vengono organizzate attività all’aperto, ideali per i bambini, e si possono trovare guide turistiche con costumi d’epoca. Mentre nel periodo invernale è solitamente allestito un mercatino natalizio molto caratteristico. Ci sono anche musei all’interno sui costumi tradizionali, l’arredamento, l’arte popolare e la cultura sami.

 

Musei di Oslo: Vikingskipshuset, il museo dei Vichinghi

Vikingskipshuset
Foto di @rixasala
Ingresso:
Adulti: 120 NOK
Pensionati: 90 NOK
Studenti: 90 NOK
Under 18: Gratuito
Oslo Pass: Gratuito

In questo museo, che si trova sempre nella penisola di Bygdoy, si possono ammirare tre navi vichinghe che risalgono a più di un millennio fa e sono le meglio conservate al mondo.

Gokstad, Tune e Oseberg, le tre navi vichinghe costruite prima dell’anno 1000, sono state trovare in dei cumuli funerari nel fiordo di Oslo, furono seppellite con i proprietari con lo scopo di traghettarli nell’oltretomba. Insieme alle navi si sono conservati anche molte suppellettili e utensili dell’epoca vichinga.

Il Museo di Storia, che cura l’esposizione vichinga, al momento sta seguendo un altro ritrovamento. Infatti  nella contea di Viken a Gjellestad, un’aerea nel sud della Norvegia ricca di reperti storici, sono stati trovati i resti di un’altra nave vichinga.

 

Norsk Maritimt Museum – Il Museo della Navigazione Norvegese

Norsk Maritimt Museum
Ingresso:
Adulti: 120 NOK
Pensionati 90 NOK
Studenti e ragazzi: 50 NOK
Under 6: Gratuito
Oslo Pass: Gratuito

Sulla punta della “penisola dei musei”, ovvero sempre Bygdoy, si trova il Museo della Navigazione Norvegese. Da sempre i Norvegesi sono un popolo con un importante e stretto legame con il mare e nel museo sono presenti mostre permanenti e temporanee che esplorano questo legame in ogni sua forma e in ogni epoca storica.

Norsk Maritimt Museum
Foto di @rixasala

Accanto al Norsk Maritimt Museum si trovano altri due musei, sempre dedicati alla navigazione. Il primo è il Frammuseet, che contiene la nave FRAM, costruita nel 1892 e considerata la più resistente al mondo, e che è stata utilizzata in diverse spedizioni polari.

Il Kon-Tiki Museet, invece, contiene la zattera originale utilizzata da Thor Heyerdahl nella sua impresa nel 1947, quando attraversò l’Oceano Pacifico su una zattera per dimostrare che la colonizzazione della Polinesia era avvenuta in epoca precolombiana.

Musei di Oslo: Astrup Fearley Museet

Astrup Fearley Museet
Foto di @georgerex

Ingresso:

  • Adulti: 130 NOK
  • Studenti: 90 NOK
  • Bambini: Gratuito
  • Oslo Pass: Gratuito

È uno dei più importanti musei d’arte moderna e contemporanea del Nord Europa. Ospita sia una collezione permanente che mostre temporanee, mentre all’esterno lo affianca un parco di sculture all’aria aperta.

astrup fearnley museet
Foto di @rixasala

L’architettura dell’Astrup Fearley Museet porta una firma italiana, infatti è stata disegnata dal celebre architetto Renzo Piano. L’edificio ricorda una grossa vela che si allunga sul fiordo e ogni dettaglio richiama il mondo marittimo.

Il museo è nella zona nota come Tjuvholmen, caratterizzata da una forte architettura urbanistica contemporanea. Si trova alla fine dell’Aker Brygge, uno dei quartieri più moderni e alla moda della città.

Oslo Pass

Il must-have di chi vuole visitare i musei della città è l’Oslo Pass, un biglietto che include l’ingresso in quasi tutti i musei della città. Può essere attivato all’Oslo Visitor Centre, scegliendo voucher da 24, 48 e 72 ore.

Il prezzo parte da 445 NOK (cioè circa 40 euro) per il pass per adulti da 24 ore, ma sono previste riduzioni per bambini e per gli over 67.  Inoltre gli studenti fino ai 30 anni possono richiedere uno sconto del 20%.

Inclusi nel pass ci sono anche i trasporti gratuiti nella zona 2 e sconti su tour e giri in barca.

Altre storie
Isole Åland
Le isole Åland e i finlandesi che parlano svedese