Le caratteristiche della moda danese

La moda danese è ormai salita alla ribalta, soprattutto come simbolo sia di minimalismo che di alta qualità nella fattura. Questo ha portato a una crescita e a sempre più riconoscimenti sia ai marchi di abbigliamento “made in Denmark” (qui poi conoscerne un po’), sia alla stessa Copenhagen Fashion Week, la settimana della moda della capitale danese che serve da vetrina per i vari brand di abbigliamento scandinavi.

A parte questo, è evidente che sia la moda che lo stile della Danimarca si stanno evolvendo e perfezionando. E se ovviamente l’emblema rimane il minimalismo, accompagnato da un gusto monocromatico che piace tanto anche a chi scrive, è vero che oggi i look sono sempre più particolari e, spesso, selvaggi. Stili androgini popolari in tutti i generi, mentre a farla da padrone è il “Comfort Casual“. Un elemento tipico dello stile danese è vedere sneaker addosso alle persone anche quando sono in tenuta più elegante. Perché ok lo stile ma, come ci insegna la Scandinavia, la praticità viene al primo posto.

Vediamo di conoscere meglio, quindi, l’estetica e la praticità della moda danese.

Vestirsi “alla danese”

Proprio come la grammatica dell’idioma dei Dani, così la moda danese non ha molte regole da seguire. Piuttosto ci sono alcune linee guida a cui ispirarsi che, se ben interpretate, permettono di imboccare la strada giusta.

Moda danese
Credit: Scandinavia Standard

La moda danese, prima di tutto, è quella che spinge a investire soprattutto su capi d’abbigliamento che sappiamo voler indossare molto e che, di conseguenza, devono essere molto funzionali. Ecco perché i danesi non lesinano su giacche, scarpe, borse e maglieria.

La stratificazione (non sociale!)

In Danimarca il tempo è davvero imprevedibile, motivo per cui la stratificazione dell’abbigliamento è fondamentale perché permette di stare al meglio qualunque cosa accada: magari alle 10.00 piove, ma alle 10.30 c’è un sole anche piuttosto caldo.

Comunque, meglio puntare sul nero. I danesi, infatti, prediligono i colori scuri e sopratutto il nero, che trasmette molta sicurezza ed è chic in praticamente tutte le occasioni. Soprattutto, è un colore che non passa mai di moda, e quindi si può indossare sempre.

L’usato è fashion e sostenibile

Avete presente tutte quelle app di vestiti usati che ci torturano sui social, come Vinted o Vestiaire Collective? Ecco, stanno semplicemente esportando una tipica usanza danese. In Danimarca le persone adorano lo stile vintage, passare i giorni festivi nei negozi di seconda mano e ai mercatini delle pulci. Questo perché si possono trovare offerte su capi firmati usati, con delle vere e proprie occasioni. Un discorso che non vale per il vintage come “stile”, che invece ultimamente vede prezzi particolarmente alti.

Il discorso usato rientra anche nella voglia di sostenibilità da parte di questo popolo così bizzarro e amorevole. Molti marchi di moda danesi sono noti per il loro impegno alla sostenibilità, soprattutto nomi come Aiayu e Organic Basics, ma molti altri fanno più chiacchiere che impegno vero. Ecco perché i danesi preferiscono comunque l’usato, che è un modo di sostenere l’economia circolare.

Un po’ trasandati e molto minimalisti

Una delle chiavi della moda danese è lasciare “le cose in sospeso”. Quindi capelli arruffati, scarpe un po’ consumate e fantasie che stonano quanto serve per risaltare.

Quello che conta, come detto all’inizio, è il minimalismo. I danesi sono molto minimal nei loro look, specie per quanto riguarda l’outfit da lavoro. Ciò implica blazer casual, camicie abbottonate, pantaloni su misura e sneaker modaiole (rigorosamente bianche, a volte nere, molto raramente colorate). A questo abbinano un cappottino elegante e, dall’autunno alla primavera, un cappello e una sciarpa.

Mai l’ombrello! Chi è stato in Danimarca sa quanto vento c’è nella piccola monarchia, per cui l’ombrello è decisamente poco funzionale: i danesi usano la mantellina impermeabile, che tra l’altro consente loro di andare in giro ugualmente con la bici a cui non rinunceranno mai.

Lo Street Style danese

La moda danese è famosa anche per lo Street Style che, dalla Danimarca, è stato capace di influenzare la moda di tutto il mondo.

Pensiamo a fotografi come Søren Jepsen, The Locals e Jason Jean, tutti in prima linea nel catturare e riportare lo street style danese.

Altre storie
Musei di Oslo
6 musei di Oslo da visitare nel primo tour della città